“Work experience di specializzazione per gastronomo gourmet”

“Work experience di specializzazione per gastronomo gourmet”

In fase di valutazione da parte della Regione del Veneto a valere sulla Dgr n. 717 del 21/05/2018 e pertanto l’avvio dello stesso è subordinato all’approvazione da parte dell’amministrazione regionale

Anno formativo: 2019

Data inizio corso: 16/09/2019

Scadenza iscrizioni: 13/09/2019

CORSO ORGANIZZATO DA AGORA' IN COLLABORAZIONE CON UN.I.COOP VENETO

Destinatari

Il corso è rivolto a persone residenti o domiciliate sul territorio regionale, inoccupate e disoccupate ai sensi del D.Lgs. 150/2014 e s.m.i., anche di breve durata, beneficiarie e non di prestazioni di sostegno al reddito a qualsiasi titolo - ad esempio, ASPI, Mini ASPI, NASPI, ASDI […] -, di età superiore ai 30 anni.  La condizione di disoccupazione/inoccupazione viene comprovata dalla presentazione da parte del cittadino di una dichiarazione di immediata disponibilità alla ricerca di un lavoro (DID) presso il Centro per l'Impiego di competenza. Lo stato di disoccupazione decorre dal giorno in cui si rende la dichiarazione di immediata disponibilità (DID).  Il presente percorso formativo propone la realizzazione di un piano personalizzato orientato alla riqualificazione e all’inserimento/ reinserimento lavorativo attraverso l’attivazione di interventi di politica attiva al fine di tramettere competenze nell’ambito della gastronomia gourmet e apprendere le metodologie di esaltazione dei prodotti tipici della zona e i loro abbinamenti dal punto di vista enogastronomico, capendo anche le modalità di scelta e preparazione degli stessi.

Numero massimo di partecipanti: 10 persone 

Per candidarsi è necessario inviare all’indirizzo mail info@agoraformazione.it:

- Curriculum Vitae

- Copia fronte e retro di un documento di identità in corso di validità - Copia codice fiscale

- Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) rilasciata dal Centro per l’Impiego (se la DID è datata più di un anno fa, si consiglia di aggiornarla)

- Attestazione ISEE < 20.000 € (per avere indennità di frequenza di tirocinio di 6 €/h)

- Indicazione se beneficiari o no di prestazioni di sostegno al reddito (ASPI– Mini ASPI-NASPI-ASDI)

Articolazione del corso

- 200 ore di formazione in aula, che prevedono lezioni frontali, simulazioni, analisi dei casi, work group;

- 320 ore di tirocinio;

- 4 ore di orientamento al ruolo;

- 12 ore accompagnamento al tirocinio

Validità

Al termine del corso e dopo il superamento della prova di accertamento finale, verrà rilasciato un attestato di partecipazione e la certificazione delle competenze acquisite. 

Facilitazioni previste

Corso completamente gratuito – finanziato dal FSE; Indennità di frequenza per il periodo di Stage è pari a 3 euro ora/partecipante; tale indennità sarà pari a 6 euro nel caso in cui il destinatario presenti una attestazione ISEE ≤ 20.000 euro. Questa sarà riconosciuta all’allievo solo per le ore effettivamente svolte e solo se avrà raggiunto la frequenza di almeno il 70% del monte ore del tirocinio.

Frequenza

La frequenza al corso è obbligatoria. Lezioni in aula da lunedì a venerdì per un monte ore settimanale massimo di 40 ore.

Sede

Le lezioni si svolgeranno presso la nostra sede di Verona.

Titoli di accesso  

Costituiranno titolo preferenziale il possesso di percorso di studi coerente con le materie trattate nel corso o precedenti esperienze lavorative nel settore di riferimento.

Programma

Utilizzare i prodotti di base – 28 ore

Gli aromi; le spezie; le salse e i condimenti; Alimenti di origine vegetale; I legumi; i tuberi; i bulbi le radici; i funghi e i tartufi; la frutta; le uova, il latte e i suoi derivati I prodotti ittici; Abbinare i prodotti i base; Utilizzare condimenti per esaltare i sapori; Utilizzare i prodotti i base per produrre salse.

Produrre finger food nella ristorazione moderna – 24 ore

Concetto di finger food; Materie prime per i finger food; Tecniche di cottura di finger food; Idee originali per la produzione. Creare cromatismi nei piatti; Preparare il piatto nel rispetto dell'ambiente; Conoscere le consistenze delle materie prime.

Abbinare prodotti beverage e prodotti food – 32 ore

Alcoolici; Analcolici; Vino; Birra; Analisi sensoriale; Il decalogo della scuola francese; La tradizione della scuola italiana; Riconoscere sapori e profumi; Valorizzare i prodotti offerti attraverso abbinamenti sensoriali; Utilizzare tecniche di contrapposizione e di concordanza; Riconoscere la stagionalità dei prodotti offerti; Interpretare il gusto del cliente.

Essere in grado di effettuare la preparazione di ingredienti per cucina – 20 ore

Attrezzature per la conservazione dei cibi; Organizzazione della cucina; Utensili per la preparazione dei cibi; Applicare criteri di dosaggio degli ingredienti, di scelta degli ingredienti, di selezione di ingredienti alimentari; di valutazione della freschezza dei prodotti alimentari; Applicare tecniche di pulitura e taglio di ingredienti alimentari; Utilizzare attrezzi per la pulizia dei cibi.

Valorizzare il territorio con produzioni gastronomiche – 40 ore

Prodotti tipici del nostro territorio; Brevi cenni sui piatti della tradizione; Cucina mediterranea; Cucina veneta. Riprodurre piatti della tradizione; Rivisitare piatti della tradizione; Conoscere nuove tendenze culinarie; Utilizzare tecniche di cottura innovative; Creare nuovi piatti nel rispetto dei sapori del territorio.

Produrre pani speciali per la ristorazione – 24 ore

Pani integrali; Pani aromatizzati; Pani al farro; Farine della tradizione. Abbinare prodotti da forno a pesce e carne; Conoscere tipologie di impasto; Conoscere tempi di lievitazione.

Comunicare nel contesto lavorativo – 16 ore

I differenti stili e strategie comunicativo/relazionali; Elementi di psicologia del lavoro; La gestione dello stress; Applicare tecniche di ascolto attivo e di comunicazione interpersonale; Identificare e valutare i fattori di rischio dello stress. 

Applicare metodologie di problem solving e gestione del lavoro – 16 ore

La gestione dello stress e relazione con il proprio ruolo; Problem finding e problem setting; Individuazione delle anomalie e delle criticità; Organizzazione del lavoro; Pianificare le attività lavorative; Stendere un piano di lavoro; Organizzare il lavoro con l’apporto di strumenti e metodologie lavorare in gruppo; Coordinare il lavoro di altri; Diagnosticare le proprie competenze, risorse, aspirazioni; Valutare il lavoro, l'efficacia dei procedimenti; Lavorare in autonomia; Prendere decisioni, assumere; Responsabilità; Predisporre e curare degli spazi di lavoro in generale al fine di contrastare affaticamento e malattie professionali.

Per ulteriori informazioni potete contattarci telefonicamente allo 045/8647236