L2- New Economic Era: evoluzione sostenibile del business

progetto a valere sulla direttiva 497 del 20/04/2021 ALLENIAMOCI AL FUTURO Nuove competenze per il lavoro che cambia Anno 2021 e finanziato con Decreto n. 1123 del 06/10/2021 

 

Motivazione intervento

Il Nuovo Piano d'azione per l'Economia Circolare della Commissione Europea (2020), elemento chiave del Green Deal Europeo presentato a dicembre 2019, fissa una tabella di marcia precisa per il raggiungimento in Europa di un'economia circolare competitiva climaticamente neutra, in cui la crescita economica sia dissociata dall'uso delle risorse. Ci sono molti modi per definire l'impegno delle aziende che decidono di includere nel proprio business la dimensione ambientale, oltre a quella economica e sociale. Il più efficace è proprio "sostenibilità d'impresa". Il termine è chiaro, preciso e rimanda immediatamente al concetto di sviluppo sostenibile, così come precisato dall'Agenda Globale per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (Agenda 2030) e dai correlati Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS o SDGs). Sempre più consumatori orientano le proprie scelte verso la sostenibilità. Per condurre il proprio business in modo sostenibile, l'impresa deve trovare soluzioni innovative che le permettano di comprendere e dare risposta alla complessità del contesto in cui opera. Inoltre, deve tessere una relazione strutturata e costante con i propri stakeholder. Solo in questo modo potrà muoversi lungo una direttrice che coniuga crescita economica, sviluppo sociale e salvaguardia del patrimonio naturale

 

Obiettivi di progetto

Il progetto intende accompagnare le aziende a sviluppare e a mettere a sistema le competenze necessarie per definire e gestire un nuovo business model che parta dalla CULTURA AZIENDALE, per arrivare a proporre un prodotto o una linea di prodotti in linea con i principi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica. La soluzione innovativa del progetto consiste nel percorso ideato, che conduce le aziende a confrontarsi con tre strategie di business che possono guidare le trasformazioni sostenibili

-GUARDARE AVANTI:
Comprendere quali minacce e, soprattutto, opportunità le pressioni verso la sostenibilità presenti per il futuro del business.

-GUARDARE DENTRO: Considerare come le operazioni aziendali potrebbero essere riconfigurate per accelerare la trasformazione
verso una maggiore sostenibilità.

-GUARDARE INTORNO: Sfruttare l'ecosistema aziendale circostante per creare un vantaggio competitivo. Il progetto intende sostenere la ripresa economica delle aziende aderenti favorendone la REAZIONE attraverso una spinta verso l'INNOVAZIONE di prodotto, di processo e dell'organizzazione del lavoro

 

Tipologie di intervento

SOSTENIBILITA' AMBIENTALE:
1.CICLO DI VITA DEL PRODOTTO(INDOOR): L'obiettivo è di coinvolgere i partecipanti
all'adozione della metodologia chiamata Life Cycle Assessment (LCA) (Valutazione del
Ciclo di Vita). Nello specifico i partecipanti applicheranno la metodologia, individuando
2 principali fasi di vita del prodotto.
2.ECODESIGN DI PRODOTTO(PW):accompagnerà le aziende ad una ridefinizione dei
loro prodotti ( nella totalità o per linea di prodotto) applicando tale metodologia a
prodotti e cicli già esistenti per di capire come poterli aggiornare e modificare, verso un
aumento del loro livello di sostenibilità ambientale.
3.GESTIRE IN MANIERA SOSTENIBILE LA CATENA DI FORNITURA(INDOOR): per
sviluppare un approccio strategico alla gestione della supply-chain, a partire
dall'identificazione dei fornitori che espongono ad un rischio maggiore, così da
orientare al meglio le risorse funzionali al monitoraggio della filiera.
4.ETHICAL BRANDING (INDOOR): per portare i partecipanti a ridefinire lo Scopo e i
Valori che l'azienda persegue, per definire una strategia di branding che porti il cliente e
gli stakeholder a riconoscerli nei prodotti, nelle strategie adottate, nella scelta e nella
gestione dei fornitori, nella gestione delle risorse umane.
SOSTENIBILITA' SOCIALE:
5.Radical Innovation (COI): per riflettere e confrontarsi sulla progettazione e studio di
un nuovo prodotto per soddisfare i bisogni di un mercato in continua evoluzione ed
espansione, partendo dall'analisi dei materiali innovativi utilizzabili dall'impresa, con un
particolare focus su quelli ecofriendly.
6. Pianificazione della sostenibilità (FEED): per coinvolgere aree funzionali diverse nello
scambio reciproco di feedback per organizzare piste di sviluppo di nuovi prodotti.
7. Pratiche di knowledge management, codici etici e codici di condotta (TEATRO): per
individuate le metriche da condividere in azienda, riprodotte poi in codici etici e codici
di condotta, perché siano il più possibile condivise e adottate da tutto lo staff.
8. Stakeholder Engagement: (INDOOR) gli allievi saranno in grado di affrontare un
percorso di stakeholder engagement sistemico, sia come strumento di strategia interna
che esterna.
SOSTENIBILITA' ECONOMICA
9. Finanza sostenibile: (INDOOR): metodologie di rating ESG, evidenziandone gli
elementi critici e possibili leve di azione per favorire una corretta rappresentazione
delle performance socio-ambientali delle imprese.
10. Strumenti di finanza alternativa: (COG) per apprendere ed utilizzare a proprio
vantaggio alcuni strumenti di finanza alternativa, che possono permettere di limitare
l'utilizzo di banche e di trovare nuovi soci e finanziatori che consentano di sviluppare i
loro business.
RILANCIO STRATEGICO:
A supporto del rilancio strategico verranno utilizzati i seguenti strumenti:
11.TEMPORARY MANAGER: inserito in particolar modo in Ca' Scapin, con l'obiettivo di
affiancare la riorganizzazione aziendale e di facilitare l'innovazione di prodotto.
12.PIANO DI RILANCIO PER L'INNOVAZIONE: con l'obiettivo di accompagnare 4 aziende
nel miglioramento del posizionamento competitivo attraverso la ridefinizione delle
caratteristiche del prodotto/servizio offerto.
13.BORSA DI RICERCA: è prevista all'interno del progetto una borsa di ricerca di 2 mesi,
in collaborazione con Università di Verona.